pubblicazioni

TERRENI AGRICOLI: PAGAMENTO IMU

29.11.2014 Al fine di cercare di dare la giusta e corretta informazione ai contribuenti e cittadini interessati, si porta a conoscenza che solo in data 28.11.2014, lo Stato ha ridotto di 91.190,19 euro il fondo di solidarietà comunale che avrebbe dovuto corrispondere a questo Comune.

La pesantissima riduzione è, dice lo Stato, a fronte di : “ MAGGIORI INTROITI IMU TERRENI AGRICOLI ( ART. 4, C. 5 BIS, DL 16/2012 ). La stessa riduzione è stata effettuata, peraltro, sulla base di un – si cita testualmente -  : “ decreto interministeriale in corso di perfezionamento” , quindi  ha tagliato in base ad un decreto non ancora ufficiale, non ancora operativo, non ancora, in definitiva, in vigore perché manco ancora pubblicato nella gazzetta ufficiale ( l’ultima gazzetta tutt’ora visibile e consultabile sul relativo sito è quella del 28.11.2014, la n. 277 ).

Cosa significa? Questi soldi ridotti, lo Stato prevede e, a questo punto, pretende ( da calcoli fatti direttamente dallo stesso e non di nostra conoscenza ) che entreranno dai versamenti ( acconto + saldo )  che i contribuenti ( ossia tutti i titolari e/o gli altri soggetti per legge previsti ) saranno costretti a fare entro il prossimo 16 dicembre.

Sembrerebbe ( è d’obbligo il condizionale, a causa della non ancora ufficialità del decreto interministeriale di cui sopra )  che i criteri individuati, per determinare i terreni agricoli soggetti alla imposizione ( tassa ),  siano i seguenti:

  1. Comuni sopra i 600 metri di altezza: tutti i terreni agricoli dovrebbero essere esenti;
  2. Comuni da 281 a 600 metri di altezza: dovrebbero essere esenti i terreni agricoli di coltivatori diretti ed imprenditori agricoli regolarmente iscritti;
  3. Comuni da 280 metri di altezza in giù: non dovrebbe esserci nessuna esenzione.

Pare che l’altezza venga determinata dalla posizione del capoluogo del territorio comunale.

Castiglione M.R. capoluogo, da dati rilevati anche mediante internet, risulta collocato ad un’altezza di metri 306, quindi dovrebbe rientrare nella seconda ipotesi, ma occorre attendere l’ufficialità, ossia il già ripetuto decreto interministeriale.

Non potendosi al momento procedere alla pubblicazione, per la debita conoscenza e consultazione, del detto decreto in quanto, come sopra già specificato ed evidenziato , ancora “ in corso di perfezionamento”, si pubblicano, negli Allegati, gli elementi ad oggi in possesso di questo Ente.

Si riserva di pubblicare il decreto interministeriale allorché lo stesso verrà ufficializzato

  • Ultimo aggiornamento del sito: Lunedì 16 Ottobre 2017, 11:17.

Visitando il nostro sito Web l'utente accetta che stiamo usando i cookie per assicurare la migliore esperienza di navigazione. Learn more

I understand

Progetto conformità siti web P.A. di actainfo_logo.pngActainfo